It / En
Indietro

PESARO MUSEI SENZA CONFINI


I Musei Civici di Palazzo Mosca e Casa Rossini sono i destinatari dei finanziamenti del progetto 'Il museo di tutti e per tutti' Sviluppo del Sistema Museale Marchigiano: interventi di “accessibilità fruitiva”. Perché i luoghi della cultura sono aperti a tutti.

COMUNICATO STAMPA

Giovedì 26 novembre alle 10.30, i Musei Civici di Palazzo Mosca presentano al pubblico gli esiti del progetto 'Il museo di tutti e per tutti': interventi di “accessibilità fruitiva” nelle strutture museali, tema centrale dell'azione regionale per il 2014. Il progetto - che attua le linee guida della delibera regionale DGR n.954 del 04/08/2014 - è promosso dalla Regione Marche/Assessorato alla Cultura con la collaborazione del Museo Tattile Statale Omero di Ancona, referente scientifico in virtù del suo ruolo di modello di riferimento nel settore dell'accessibilità, a livello nazionale e internazionale. I soggetti beneficiari del contributo sono stati: il Sistema Museale della Provincia di Ancona", il Sistema Museale della Provincia di Macerata e i poli cittadini territoriali di Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Pesaro. Si tratta di un unicum in Italia, che si pone come obiettivo il miglioramento dei musei nella fruizione percettiva e intellettiva delle collezioni, pensato per le disabilità sensoriali e cognitive.

Alla realtà pesarese, la Regione ha concesso un finanziamento di 15.000,00 euro, per interventi nei Musei Civici di Palazzo Mosca e Casa Rossini, sedi comunali che fanno parte del circuito museale di Pesaro Musei. L'incontro del 26 novembre vuole presentare alla città ciò che è stato realizzato sotto il progetto denominato 'Pesaro Musei Senza Confini'. Sono presenti: Moreno Pieroni, assessore alla Cultura e Turismo della Regione Marche, Daniele Vimini, assessore alla Bellezza e Vivacità del Comune di Pesaro, Aldo Grassini, presidente del Museo Tattile Statale Omero.

Oggi, i due luoghi della cultura del Comune di Pesaro gestiti dalla cooperativa Sistema Museo, si presentano in un assetto profondamente rinnovato e fruibile a tutti, grazie alla felice sinergia tra pubblico e privato che ha preso forma in una convenzione decennale avviata nel 2011 con bando europeo. La filosofia progettuale che guida entrambi i musei è quella di rivolgersi ad un pubblico sempre più vasto e diversificato attraverso un ampliamento e miglioramento dei servizi offerti. In questa logica, il rinnovamento che ha coinvolto le due sedi nell'ultimo biennio ha previsto anche  interventi specifici per l’accoglienza di disabili fisici e sensoriali, in perfetta coerenza con la direzione regionale.

Interventi realizzati ai Musei Civici di Palazzo Mosca

Completamente rinnovati dal 2013 e già accessibili ai disabili motori, i servizi in materia di fruibilità sono stati implementati con particolare attenzione all’accessibilità conoscitiva del patrimonio e informativa dei servizi. Per migliorare gli apparati didascalici e potenziare la strumentazione digitale già esistente, sono stati introdotti una serie di supporti:

Videoguide alle sale in Lis (lingua italiana dei segni) per i non udenti fruibili tramite NFC

Audioguide per i non vedenti fruibili tramite NFC (disponibili anche su www.pesaromusei.it alla sezione 'multimedia', youtube e sul portale regionale www.museimarche.it)

Didascalie in braille delle opere più significative e/o funzionali ad una lettura tattile

Tavole a rilievo dell'Incoronazione della Vergine di Giovanni Bellini e della facciata del Palazzo Ducale di Pesaro

Riproduzione tridimensionale in altorilievo di un piatto in maiolica con decoro 'alla rosa di Pesaro'.

Interventi realizzati a Casa Rossini

Nel corso del 2015 è stato realizzato un importante progetto di rinnovamento degli spazi e  riallestimento che ha coinvolto la csa natale di Gioachino Rossini. Gli interventi realizzati, in collaborazione con la Fondazione Rossini per i contenuti scientifici e su progetto dell'architetto Bruno Mariotti, offrono oggi un percorso espositivo più ampio e vicino al pubblico, un 'Rossini Store' esclusivo, tecnologie di ultima generazione, sala audio e video, nuovi contenuti consultabili su touch screen. Inoltre, Casa Rossini è diventata protagonista di un progetto di valorizzazione di altissimo livello tecnologico, grazie alla partecipazione di Art Glass, occhiali speciali che pernettono di vivere un’esperienza unica: il maestro si materializza virtualmente al fianco dei visitatori e li accompagna per tutto il percorso.

Nel nuovo assetto, i disabili sensoriali hanno a disposizione ausili alla visita. A tutti è offerta la possibilità di fruire percettivamente e intellettualmente il patrimonio esposto, tenendo comunque fermo il limite strutturale dell’edificio, su cui per legge è impossibile intervenire dal punto di vista architettonico per la dotazione di ascensori o ausili di tipo meccanico (Casa Rossini è stata dichiarata monumento nazionale nel 1904 e come edificio storico è tutelato ai sensi dell'art.10 del D. Lgs. n.42/2004).

Oggi l’ingresso al piano terra da via Gavardini, quello a lato della casa prima ostruito da un sistema di allarme, è accessibile ai disabili motori. Da qui il visitatore può osservare il video 'Casa Rossini e luoghi rossiniani' con immagini dei piani superiori della casa e di luoghi e istituzioni legati al compositore, e accedere alla sala audio e video dedicata alle opere rossiniane.

Gli interventi sono stati principalmente finalizzati a migliorare gli apparati didascalici e implementare gli strumenti digitali già esistenti. Le didascalie delle opere principali sono disponibili con testo in braille; tavole a rilievo permettono di consultare spartiti e lettere autografe di Rossini. I non vedenti possono usufruire di audioguide e i non udenti hanno a disposizione videoguide in Lis (lingua italiana dei segni). Ad arricchimento del percorso di visita, c'è poi la possibilità di esplorazione tattile di alcune opere esposte, come i busti in terracotta e marmo del Maestro ed un bassorilievo prospettico in legno del Teatro Rossini.

Tra le novità anche la possibilità di interagire con il pianoforte a tavolo di Rossini su cui sarà possibile avere un’esperienza tattile con l’ausilio di appositi guanti. 

Infine, per entrambe le sedi, è stata realizzata una brochure dedicata a 'Pesaro Musei Senza Confini' con tavole a rilievo e testo in braille che fornisce informazioni generali, i contenuti delle collezioni e i servizi offerti a non vedenti o ipovedenti. In fase di attuazione anche specifici percorsi di visita per disabilli sensoriali, ma aperti e destinati a tutti, dunque totalmente inclusivi ed in linea con la filosofia del progetto regionale.

Info

INFO T 0721 387541
pesaro@sistemamuseo.it